• centralino 0421 71329
  • scrivi@residenzafrancescon.it
  • entefrancescon@pec.it
  • Intranet
  • fai una donazione

Territorio

Convenzione con il Comune di Portogruaro
Convenzione con il Comune di Portogruaro

Convenzione con il Comune di Portogruaro

Nell’ottica di crescente integrazione con il territorio e nello spirito di apertura all’ambito sociale, la Residenza Francescon è un centro servizi aperto alla Comunità che mira a rispondere in modo completo ai bisogni delle famiglie interfacciandosi con altri servizi e soggetti del territorio.

Nel 2016 è stata avviata una convenzione che prevede la collaborazione sperimentale per la gestione di alcuni servizi socio-assistenziali tra il Comune di Portogruaro e la Residenza per anziani “G. Francescon” e il Comune di Portogruaro.

Il risultato di questa progettazione è certamente innovativo, per la Residenza Francescon ma anche per tutto il territorio. Per la prima volta, infatti, è stato avviata una partnership sinergica tra un’amministrazione comunale e un centro servizi per anziani nell’ottica di garantire maggiori e migliori servizi alla popolazione anziana e ai relativi care givers.

La convenzione consente di disciplinare la gestione in forma coordinata e associata alcune attività a favore degli anziani residenti nel Comune di Portogruaro, garantendo l’integrazione dei servizi e nel contempo supportando e sostenendo i familiari che si dedicano all’assistenza degli stessi.

Questa collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Portogruaro rappresenta un’ulteriore opportunità per la Residenza di dare immediata risposta ai nuovi bisogni del territorio, in un’ottica di continuo scambio anche con le realtà istituzionali.

“La residenza per anziani “G. Francescon” di Portogruaro – ha dichiarato il Sindaco Maria Teresa Senatore - si configura quale struttura pubblica dedicata all’assistenza alle persone anziane autosufficienti e non autosufficienti.

Una struttura cha da molti anni opera nel territorio comunale e che è riconosciuta dall’intera collettività quale punto di riferimento per le famiglie che presentano problemi di assistenza residenziale per i propri congiunti.

Ecco perché abbiamo inteso, in via sperimentale, avviare una collaborazione con la “Francescon” per la gestione di alcuni servizi socio-assistenziali che sta dando buoni risultati e che quindi abbiamo deciso di continuare a sostenere”.

Home care premium

Home care premium

Il bando INPS Home Care Premium (di seguito HCP) si rivolge ai dipendenti e ai pensionati pubblici, ai i loro coniugi, parenti o affini di primo grado non autosufficienti; dura diciotto mesi, dal 1° luglio 2017 fino al 31 dicembre 2018: si accede al progetto di assistenza domiciliare su domanda all’INPS.

Il progetto HCP rafforza il sistema del welfare, integrando gli interventi pubblici destinati alle persone non autosufficienti. A questo fine, ha previsto il coinvolgimento degli Ambiti territoriali sociali e di enti pubblici che prendano in carico le persone non autosufficienti residenti sui territori di propria competenza; la Residenza Francescon è attualmente deputata alla realizzazione degli interventi per le persone adulte e anziane non autosufficienti del mandamento portogruarese attraverso un accordo stipulato con l’Azienda Ulss 4 Veneto Orientale. 

Il programma HCP consiste in due tipologie di prestazioni da parte dell’INPS: 
– prestazione prevalente, da utilizzare per le spese sostenute per l’assunzione di un assistente familiare; tale procedura è gestita direttamente dal responsabile del progetto e quindi dal familiare di riferimento (o ads);
– prestazioni integrative, intese come servizi di assistenza alla persona ed erogate dalla Residenza Francescon attraverso i propri servizi e il proprio personale. La Residenza per poter rispondere alle richieste di tutto il mandamento ha avviato anche una collaborazione con il Centro Servizi Don Moschetta di Caorle, che attraverso la stipula di una convenzione realizza gli interventi richiesti per quanto riguarda il sollievo domiciliare, che prevede la presenza di un operatore sociosanitario presso il domicilio del beneficiario per un tot di ore giornaliere.